Dal corpo alla mente: “Risvegliarsi alla fiducia”

Dal corpo alla mente: “Risvegliarsi alla fiducia”
Una pratica volta al risveglio delle proprie potenzialità nella fiducia delle
forze interiori che ci sostengono e che vanno riconosciute.

Restare nell’attenzione al respiro, armonizzarlo con il movimento diventa
progressivamente motivo di rilascio di tensioni, sia a livello fisico che mentale.
Entriamo ora nel vivo di questa semplice pratica.
Respirazione ampia con abbraccio
-Inizieremo portandoci in Tadasana,
piedi leggermente divaricati ben piantati a terra, in modo da
sentirne il contatto, inspirando le braccia vengono portate
verso l’alto, aprendole lateralmente e mentre le ginocchia si
flettono, l’addome si contrae leggermente, sull’espiro le
braccia abbracciano le spalle.
Proviamo ad abbandonarci in questo abbraccio con fiducia,
lasciando andare le tensioni, le paure attraverso un profondo
espiro. Nell’abbraccio ci siamo noi ma anche tutte le persone a
noi care, tutte quelle persone che in questo momento non
possiamo abbracciare
E ogni volta che inspiriamo portando le braccia ad allargarsi espandendo il
torace e poi allungandoci verso l’alto, prendiamo forza, energia tutta quella di
cui abbiamo bisogno per abbracciarci e abbracciare.
Dopo aver ripetuto questa primo esercizio per 8-10 volte
-Chiudiamo i piedi distendiamo ancora le braccia verso l’alto inspirando,
inarchiamo leggermente indietro la schiena allungando il sacro
verso terra, percepiamo l’espansione del torace distanziando le
braccia tra di loro, poi uniamo le mani tenendole sempre oltre il
capo ed espirando molto lentamente cominciamo a scendere
lungo la linea del cuore, quando le mani giungono alla base dello
sterno le dita vengono rivolte verso terra, poi le braccia si
aprono lateralmente per poi tornare nuovamente su, rip. Anche questo esercizio
dalle 8 alle 10 volte.
-Torniamo ancora in Tadasana cominciare ad eseguire dei movimenti morbidi
per giungere prima in

Utkatasana e poi in

Parivrtta utkhatasana

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

L’atmanjmundra laterale
 
 
favorisce l’atteggiamento mentale del ringraziamento,
dell’umiltà e della raccolta delle migliori energie in relazione agli
altri.
 
 
 
 
 
 
Tornando in Utkatasana scendere lentamente con il bacino verso terra fino ad
appoggiare i glutei a terra, distendere le gambe in avanti, portare le mani
leggermente indietro rispetto ai glutei con le dita rivolte in avanti ed espirando
sollevare il bacino verso l’alto mantenendo le gambe distese
 
 
 
 
Purvottanasana

(se non si dovesse riuscirti di portare su il
bacino mantieni le ginocchia flesse).
L’ampio sollevamento verso l’alto del plesso solare favorisce lo sviluppo
dell’attitudine ad un certo senso di abbandono e di fiducia nel potere della
coscienza e dell’energia della natura. Sostare per qualche istante a polmoni
vuoti.
Tornare molto lentamente e restare nell’ascolto della risonanza della pratica
svolta.
Portati ora a gambe incrociate.
-Sostando in sukhasana o siddhasana sollevando dolcemente le braccia
lateralmente e verso l’alto far vibrare delicatamente le dita nello spazio.

Mentre ridiscendi lungo la linea centrale avvicina le dita in successione
all’addome, all’area del cuore, alla gola,alla fronte e alla sommità del capo.
Ad ogni accostamento delle dita al corpo, segue un allontanamento delle braccia
e il far vibrare senza tensioni le falangi.
Durante l’espirazione lenta osserva l’attivazione energetica innescata dal tocco
delle mani.
-Assumi ora Surya Mudra e resta nell’ascolto, sosta per alcuni minuti nella
risonanza della pratica appena eseguita e lasciti pervadere dalla tranquillità del
cuore.
Crea la mudra del sole con entrambe le mani
• Porta il dito anulare alla base del pollice della
stessa mano.
• Premi con il pollice sull’anulare.
• Distendi le altre dita, mantenendole rilassate.
 
 
 
 
 
 
Benefici:
• Migliora la digestione e l’evacuazione.
• Contrasta la letargia e la sonnolenza.
• Contrasta la tristezza e la depressione.
• Stimola il metabolismo, favorendo la perdita di peso.
• Brucia le tossine ristagnati.
Eliminate le impurità protrai sentirti rigenerato nel corpo e ispirato da una
nuova luce nella mente e nello spirito, proprio come se avessi assorbito il calore
e l’energia dei raggi del sole.
 
 
Buona pratica!!!