HONG-SO

Mie care amiche amici, in questo tempo in cui la nostra pazienza, la nostra forza d’animo, vengono messi a dura prova c’è uno strumento formidabile che ci viene in aiuto dallo yoga e dalle sue antiche tradizioni;

LA MEDITAZIONE

Ci risulta difficile restare chiusi in casa perché la nostra mente non è capace di fermarsi, di sostare, di ascoltare. Molto spesso siamo incapaci di concentrarci. Ecco potremmo impiegare una piccola parte di questo tempo in cui siamo “costretti” in casa a fare qualcosa per noi per allenarela nostra mente, a sostare, così che quando tutto sarà finito, noi saremo cambiati e il mondo finalmente respirerà un nuovo respiro.Partiamo da questa semplice eppure potente meditazione.Per pervenire alla meditazione profonda occorre però un importante passaggio, e cioè è necessaria una buona concentrazione.La concentrazione consiste nel focalizzare la mente su di un unicooggetto, o anche sul proprio respiro.L’ego è la voce delle nostre limitazioni (“Non posso, non ce la faccio, èdifficile, è impossibile…”). Paramahansa Yogananda considera questatecnica un efficace Kriya per imparare a distogliere il pensiero e l’energia dalle distrazioni esterne, in modo che ci si possa concentrare su un particolare obiettivo da raggiungere o su un problema da risolvere.Per superare l’io Yogananda ha detto che c’è un vibrazione che permette di andare oltre l’egoismo e quando la usiamo neutralizziamo le onde dell’ego perché ne cancelliamo la vibrazione. Questa vibrazione è appunto il mantra Hong-So.

Come si esegue:

– Portarsi in una posizione comoda a gambe incrociate, è fondamentale chela colonna vertebrale sia nella sua verticalità, le mani sono in appoggio sulle cosce con i palmi rivoli verso l’alto o anche verso il basso; indice e pollice che si sfiorano.

– Portare l’attenzione al respiro, senza modificarlo in alcun modo eseguirne il suo fluire per alcuni cicli

– Poi fai una doppia inspirazione dal naso(una breve e una lunga), tendi tutto il corpo, dal basso verso l’alto poi spezza l’espiro in due tempi(emettendo il suono Haa Haaaaaaa), rilassando tutto il corpo dall’alto verso il basso. Rip. Per 6 volte

– Ora lascia fluire il respiro in maniera naturale, senza controllarlo,semplicemente osserva il movimento naturale dell’addome, dei polmoni,mentre respiri. Osserva l’aria fresca e leggera che entra dalle narici quando inspiri e che dolcemente sale fino al centro fra le due sopracciglia e poi l’aria umida e tiepida che fuoriesce dalle narici quando espiri.

– Ora inspirando mentalmente emetti la vibrazione Hooooong al tuo interno, aspirando l’acca, ed espirando lentamente fai risuonare dentro dite la vibrazione SOOOOOOO; prosegui così per tutto il tempo che desideri.

– Porta la mente tra le due sopracciglia, immagina il respiro che entra dalle narici inspirando e sale fino al terzo occhio con la vibrazione HONGe con la vibrazione SOOOOOOOO, il respiro si immerge nell’oceano della Coscienza infinita.Non trattenere il respiro e non controllarlo, l’ego deve imparare a“lasciar fluire”, a non controllare.

– Termina con una inspirazione in due tempi ed espira dalla bocca in tre tempi(emettendo il suono:ha, haa, haaaa).Hong e So rappresentano uno dei più potenti e antichi mantra di un sacrocanto sanscrito; i mantra hanno una relazione vibratoria con l’entrata e l’uscita del respiro.

– Ogni suono nell’Universo possiede un effetto ed una corrispondenza diversa nella mente. Nel nostro caso, l’antichità del mantra e la tradizionale potenza delle sue vibrazioni, già di per sé hanno un effettocalmante su chi lo pronuncia.

– La durata dell’esercizio non è legata ad un limite di tempo; essa può variare da cinque minuti ad un’ora o anche più.L’Hong So produce effetti benefici e rilassanti, e non altera alcun ritmo vitale essenziale.

– Importante è lasciare che esso si esprima liberamente, senza alcunintervento volitivo di alcun genere, da parte nostra.

– L’antichissima tecnica dell’Hong So è un metodo scientificamente riconosciuto, che rilassa il cuore, aumento la durata del proprio, ciclovitale, libera una enorme quantità di corrente energetica, che si distribuisce nel corpo, rendendo ogni cellula elettromagnetica e prevenendone la decadenza.

– La pratica dell’Hong So può eseguirsi in qualunque momento della giornata, in cui si crei uno spazio di intimità.

– L’Hong So è un importante contributo che la scienza spirituale dell’Indiaha donato a tutti i praticanti di yoga di qualsiasi epoca