Yoga in Danza

Struttura e programma formativo per il Biennio di Yoga in danza

 Modulo di base di 200 ore + 50 ore di tirocinio

 

Partecipa all’incontro di Domenica 7 ottobre per confermare la tua iscrizione

Ti aspettiamo dalle 10.00 alle 12.30 presso il nostro centro! 

 

Corso di Formazione Yoga in danza

I nostri corsi sono progettati e svolti per essere un giardino senza recinzioni culturali, con fiori, frutti e aromi che abbracciano le tradizioni orientali quanto quelle artistiche occidentali. Il percorso di “Yoga in Danza Interculturale” prevede:

  • tecniche di Yoga secondo le grandi Tradizioni orientali e di pratiche psicofisiche occidentali;
  • interpretazione artistica, espressione del corpo, dell’arte pittorica, degli oggetti (simboli);
  • introduzione alle tecniche fisioterapiche;
  • arte del suono;

Il tutto attinge ad alcuni metodi delle grandi Tradizioni e agli attuali profili interculturali di ricerca nei campi del benessere .Efficienza del corpo in tutte le sfaccettature, salute, potenzialità fisiche e benessere integrale. Mentre per le tradizioni orientali tutto è incastonato in un sistema religioso, lo “Yoga In danza” nella sua forma interculturale si avvale anche di tecniche occidentali in vari campi culturali.

“CONOSCERSI, CAPIRSI e MIGLIORARSI”

“Yoga in…danza”, si propone inoltre come un percorso fatto di poetica, canto, musica e arte, dove il movimento stesso del corpo prende vita attraverso gestualità armoniche, sostenute dal fluire del respiro, dal ritmo del battito del proprio cuore, per imparare a lasciar andare, per far emergere quello che di più poetico e puro è racchiuso in noi. Si creano così eterei contatti e vibranti silenzi tra la coscienza e la nostra pura essenza…, il pensiero stesso prende forma sotto il nostro sguardo interiore, divenendo un viaggio in grado di sanare i sottili conflitti personali e relazionali.

Da ciò ne emerge un’esperienza profonda, che segna nell’aria l’anelito verso l’infinito …, capace di dare “scacco” all’usura in noi del fluire del tempo, producendo un movimento che diventa creatore egli stesso di un nuovo spazio-tempo della rinascita nell’estasi.

Il percorso formativo è rivolto a persone che già praticano yoga da almeno due anni, che abbaino amore per il movimento, per il respiro, per il suono, per il colore, per la bellezza, per il benessere proprio, degli altri e della natura…per la vita e per l’origine della vita stessa.

Materie fondamentali

  • Le Āsana, posizioni e movimenti.
  • Il Prānāyāma, la scienza del controllo del respiro.
  • L’utilizzo del suono nello Yoga e nell’attività motoria.
  • Tecniche di concentrazione e meditazione
  • Tecniche di Rilassamento
  • Elementi di Filosofia e Ayurveda
  • Anatomia, Fisiologia, Psicologia
  • Elementi di primo soccorso
  • Conoscenze di base della preparazione atletica per lo sport
  • Informazioni sulla costituzione di un’Associazione secondo vari aspetti

1° anno e 2° anno:

Le ASANA

sono accompagnate da un’introduzione sui principi di allineamento e sul loro significato simbolico. Esse vengono presentate indicando i seguenti aspetti:

  • Punti di allineamento; Errori più comuni; possibili varianti per semplificare o intensificare l’asana.
  • Benefici fisici; Controindicazioni; Influenze sulla mente; Influenze sul sistema nervoso.
  • Influenze sui Dosha (carattere e caratteristiche psicosomatiche personali).

Nel corso dei primi due anni verranno insegnate cinque sequenze base con le connessioni di utilità specifica anche  per gli sport:

  1. La sequenza del mattino.
  2. La sequenza della sera.
  3. La sequenza terapeutica per sciogliere i blocchi articolari.
  4. La sequenza base per i trattamenti con il suono durante la pratica delle asana.
  5. La sequenza base per i trattamenti con i mantra e propedeutica per dharana-dhyana.

Per le cinque sequenze citate verranno indicati i percorsi base con le varianti.

  • Durante ogni weekend, sia il sabato che la domenica si comincia con una pratica fisica di yoga di 3 ore circa, in cui potranno essere proposte anche sequenze  diverse da quelle elencate nel programma.
  • Insegnamento delle diverse sequenze con  obiettivi specifici per la salute, per lo sport, per il riequilibrio psico fisico, dei dosha e per la meditazione.

Apprendimento della logica e del senso profondo delle asana e della costruzione delle sequenze.

Prove d’insegnamento

Nei primo due anni è prevista l’analisi di diverse tecniche d’insegnamento, una introduzione ai principi insiti alle diverse sequenze, e l’introduzione al:

  • Vinyasa(attraverso esso si mette ordine dentro e fuori di noi, lo si fa imparando a sincronizzare il movimento con il respiro.
  • Krama vinyasa( l’intelligente disposizione delle posture con cui raggiungere un determinato obiettivo).
  • Viny vinyasa(presuppone la conoscenza ed il corretto utilizzo delle tecniche).
  • Introduzione alle tecniche base di Pranayama e alla consapevolezza del respiro.
  • Introduzione ai concetti base dei 5 prana(Prana, Apana, Udana, Samana, Vyana).
  • Introduzione ai Bandha
  • Introduzione alle Mudra

Suono e mantra:

  • Introduzione al suono strumentale e vocale.
  • Introduzione alla musica tra oriente e occidente.
  • Lezioni sui benefici del suono e dei mantra.
  • Bija mantra.
  • Nada Yoga.

Introduzione alla meditazione dal Dharana al Dhyana

  • Cosa significa Dharana e la meditazione.
  • Effetti delle tecniche di meditazione dal punto di vista scientifico e fisiologico.
  • Alcune tecniche meditative con l’utilizzo del il respiro, dei mantra, yantra e mudra.
  • Modalità meditative secondo le tecniche yoga delle grandi Tradizioni.

Tecniche di Rilassamento

Nello Yoga il “rilassamento” rientra nella pratica del pratyāhāra, ovvero il ritiro dell’attenzione alle agitazioni e alle distrazioni prodotte dagli stimoli psicofisici di natura sensoriale. Con gli esercizi viene a diminuire di molto l’interferenza sulla mente delle percezioni e delle provocazioni esterne.Si prevedono anche esercizi specifici per lo sport di rilassamento muscolare progressivo.

Filosofia e Ayurveda

  • Filosofia ed etica.
  • Evoluzione dello yoga negli ambiti morali, filosofici e teologici.
  • Il Samkhya: evoluzione/involuzione e percorso di liberazione.
  • Le forme di yoga più conosciute.
  • Gli yoga della Bhagavad Gita.
  • Introduzione agli Yoga Sutra di Patanjali
  • Ambiti di conoscenza reciproca e di pratica condivisa tra le diverse tradizioni   filosofiche.

Ayurveda

  • Cos’è l’Ayurveda e cosa significa.
  • I 5 elementi.
  • I concetti di Dosha con descrizione delle principali caratteristiche di ognuno.
  • Cos’è la Prakriti individuale.
  • Diagnosi dei Dosha e i suoi squilibri e introduzione ad una pratica dello Yoga per il riequilibrio dei Dosha.
  • Cenni sull’alimentazione.
  • Cenni dei concetti di Prana, Ojas e Agni.

 

Elementi di primo soccorso.

  • Norme fondamentali di primo soccorso.
  • I principali traumi a seguito dell’attività sportiva.

LESIONI DELLE PARTI MOLLI

  • Contusione.
  • Abrasione, ferita.
  • Commozione, shok.
  • Formazioni di vesciche.
  • Emorragia.
  • Epistassi (sangue dal naso).

LESIONI OSTEOARTICOLARI

  • Infrazione, frattura.
  • Distorsione.
  • Lussazione.

LESIONI TENDINEE E MUSCOLARI

  • Crampo.
  • Stiramento o distrazione.
  • Strappo.
  • Tendinite.

Conoscenze di base della preparazione atletica per lo sport.

  • Incremento del tono muscolare e della forza.
  • Incremento della resistenza.
  • Allenamento di incremento della rapidità e della multilateralità.
  • Incremento della mobilità articolare.
  • Migliorare la postura.
  • Didattica del movimento.
  • Aumentare la sensibilità propriocettiva.
  • Allenamento aerobico (meccanismo aerobico messo in atto in presenza di ossigeno).
  • Allenamento anaerobico (meccanismo anaerobico messo in atto in assenza di ossigeno).

Cos’è la medicina dello sport.

  • Anatomia generale.
  • Fisiologia dell’esercizio.
  • Classificazione delle attività sportive.
  • La fatica, limiti e cautele.
  • La proposta dell’esercizio fisico nell’infanzia, nell’adolescenza, nell’adulto e nell’anziano.
  • Il metabolismo energetico.

Informazioni sulla costituzione di un’Ass. sportiva, aspetti vari.

 Costituzione di un’Associazione sportiva dilettantistica:

  • Scelta dell’attività dell’Associazione.
  • Atto Costitutivo e Statuto dell’Associazione.
  • Codice Fiscale o Partita IVA dell’Associazione.
  • Registrazione dell’Atto costitutivo e dello Statuto dell’Associazione.
  • Affiliazione ad un Ente di Promozione Sportiva, Registro CONI, modello EAS (per Associazioni che svolgono attività commerciali).

Metodi d’insegnamento e formalità per avviare un proprio corso di yoga o un Centro Yoga.

 

I Corsi di formazione insegnanti di yoga in Danza hanno la durata  minima di due anni, corrispondenti a 200 ore + 50 di tirocinio

 

  • Certificazione più Diploma Csen  Grado Principianti, di Yoga in Danza, alla fine del biennio.
  • Certificazione più Diploma Csen per Istruttore yoga avanzato, ore 500., alla fine del 4° anno.
  • Per questo grado è previsto un approfondimento e ampliamento tematico di tutti gli argomenti del Biennio sopra esposti.
  • Master con Certificazione di maestri formatori con  700 ore Facoltativo

Per il biennio sono previsti 6 week end annuali di 16 ore cad., più un ritiri intensivo di 4 giorni al termine di ciascuna annualità. Mentre per il Terzo e Quarto anno sono previsti 8 week end annuali di 16 ore cad., più un ritiri di 5 giorni per ciascun anno.

 

L’importo per la copertura delle spese per l’anno 2018/2019, compreso il materiale didattico costituito dal libro di anatomia e dispense, è di complessive euro 1.250 così distinto:

  1. all’iscrizione di euro 150,00; la restante somma va versata entro e non oltre il 5° incontro
  2. il costo della certificazione è compreso, mentre per chi deve conseguire il Diploma + max 80,00 euro (al 2° e al 4° anno).
  3. la quota di euro 1.250 rimane fissa per il biennio. Massimo aumento previsto per ogni ulteriore anno il 5%.

 

Calendario Yoga in Danza I anno 2018/19

  • 27-28 Ottobre 2018
  • 24-25 Novembre 2018
  • 26-27 Gennaio 2019
  • 23-24 Febbraio 2019
  • 23-24 Marzo 2019
  • 27-28 Aprile 2019
    Ritiro di fine anno previsto per fine maggio entro la prima settimana di giugno in data e sede da definire

Calendario Yoga in Danza III anno 2018/19

  • 22 23 Settembre 2018
  • 13-14 Ottobre 2018
  • 10-11 Novembre 2018
  • 1 -2 Dicembre 2018
  • 12-13 Gennaio 2019
  • 9-10 Febbraio 2019
  • 9-10 Marzo 2019
  • 6-7 Aprile 2019
  • 4-5 Maggio 2019
    Ritiro di fine anno previsto per fine maggio entro la prima settimana di giugno in data e sede da definire

 

Durata e Qualifica del Corso completo di formazione di Yoga in Danza:

  1. qualifica di Istruttore di Yoga 200+50 h. (RILASCIO DEL DIPLOMA NAZIONALE QUALIFICA “ISTRUTTORE YOGA”, del COMPARTO DELLE DISCIPLINE BIONATURALI, Convertibile con la qualifica RYT-250 PLUS della Yoga Alliance Italia – International);
  2. qualifica di Insegante di Yoga con complessive 500 h (RILASCIO DEL DIPLOMA NAZIONALE QUALIFICA “ISTRUTTORE YOGA”, del COMPARTO DELLE DISCIPLINE BIONATURALI, Convertibile con la qualifica RYT-250 PLUS della Yoga Alliance Italia – International);
  3. qualifica di Istruttore di Ginnastica Yoga 50 h (Disciplina sportiva con Diploma CSEN-CONI).
  4. Corso completo 550 h. (n° 3 Diplomi, di cui n° 2 del comparto delle discipline bionaturali dello CSEN e n° 1 Diploma sportivo CSEN-CONI).

Titoli

Con la delibera é legale la legge n.28 da novembre 2017, che la disciplina dello yoga può essere anche considerata un “ginnastica yoga” che rilascia il diploma sportivo, cosi può essere rilasciata dallo CSEN e dal CONI. In base alla delibera stipulato tra CONI e CSEN a novembre 2017(legge n.28) guardare sito CSEN olistico è stato istituita una disciplina sportiva “Ginnasta Yoga”. Pertanto nell’itinerario formativo dei nostri corsi, c’è anche la qualifica olistica di istruttore di yoga e la qualifica sportiva di ginnastica yoga, a cui può acceder chi ha già preso il diploma delle250 ore.

2018/2019

Responsabile e gestore dei corsi per il sud Italia

Anna De Palma